LogoTito1

facebook
youtube

Tito Pozzoli,

classe 68 inizia la sua attività sportiva presso i giardinetti del quartiere (come mostra l'immagine a lato) e, dopo alcuni timidi e inefficaci tentativi da pallavolista presso la scuola elementare, si lascia convincere "con forza" dai suoi genitori a frequentare le palestre della Reale Società Ginnastica di Torino.

Appreso, suo malgrado, che la Ginnastica Artistica non aveva nulla a che vedere con la danza ma era qualcosa di molto simile all'attività outdoor normalmente praticata e, agevolmente adattatosi al rigore e severità educativa della disciplina sportiva, gareggia fino a 16 anni  con discreti risultati per poi continuare come allenatore del settore giovanile.

Avendo molto più tempo libero e, ritornato a frequentare i giardinetti, viene "gentilmente" invitato dai suoi a trovarsi un'alternativa sportiva...

Onde evitare spiacevoli discussioni e incontri di boxe da strada, e in casa, si lascia convincere a partecipare al primo corso di Arrampicata organizzato dal CAI, era il 1984, il direttore del corso era M. Bernardi, gli istruttori A. Gallo, G. Massari, F. Bessone, L. Castiglia...come non innamorarsi di questo sport e questo nuovo ambiente?

ginnico

Scuola, palestra di ginnastica in settimana, falesia la domenica e qualche  serata al Palavela per poter  esercitarsi, era il 1985 e in quegli anni l'allenamento per l'arrampicata era: arrampicare, trazioni e sospensioni alla sbarra.

Nel 1986  partecipa alla seconda edizione di Sport Roccia a Bardonecchia e a qualche altra gara che in quegli anni iniziavano a comparire sulle falesie naturali del Piemonte e della Valle d'Aosta.

Nel 1987 iscrivendosi all'Isef di Torino decide che lo sport entrerà definitivamente nella sua vita, in parte come atleta ma soprattutto come tecnico, allenatore e educatore motorio portando il movimento e l'espressione corporea e sportiva in tantissimi contesti  sociali. Lavora con bambini, anziani, disabili motori e psichici e segue alcuni progetti con comunità di ragazzi a rischio e tossicodipendenti.

Per tutto il 1995 è referente per l'arrampicata al progetto Itaca del Comune di Torino che interviene sui ragazzi del Carcere Minorile Ferrante Aporti della città. Benchè il laboratorio preveda di far arrampicare i reclusi sul muro costruito nella palestra dell'istituto, nessuno di loro utilizza le tecniche acquisite per evadere :-D, anzi viene dato enorme valore al potere educativo e di integrazione di questo sport, attraverso la fiducia in se stessi e nell'altro che ci "da sicurezza".

Oltre a lavorare in vari impianti sportivi come istruttore di fitness, e ginnastica posturale, si dedica in particolare alla didattica e la preparazione atletica dei giovani attivando, presso il Palavela l'attività di arrampicata per bambini con il nome "Giocoarrampicata", nome che viene tutt'ora utilizzato per identificare i corsi di avvicinamento alla disciplina dell'arrampicata sportiva per bambini dai 4 agli 8 anni.

Istruttore federale, tracciatore terzo livello, formatore, sono le qualifiche FASI acquisite negli anni.

Esperto in preparazione fisica e allenatore di quarto livello Europeo quelle rilasciate dalla Scuola dello Sport del CONI dove continua a formarsi ed aggiornarsi costantemente.

Operatore shiatsu dal 2009, regolarmente iscritto al registro del COS come operatore professionista, è docente dei primi livelli presso la scuola Hen Ryu dove tiene anche le lezioni di Energym, attività al corpo libero da lui creata e che racchiude in se  tutte le competenze acquisite per cercare di trasmettere la cultura del benessere attraverso il movimento fisico ed energetico. Sta cercando, inoltre, di introdurre lo shiatsu nel mondo dello sport, negli staff tecnici e operando spesso su atleti di diverse discipline sportive.

Da diversi anni  segue la preparazione fisica e tecnica di sportivi e agonisti con la specializzazzione nell'arrampicata.

Andrea Jannon, Luca Passini, Roberto Colonnetti, Matteo Marini, Fabrizio Droetto, Alessandro Catalano, Carlo Giuliberti, Jacopo Larcher sono alcuni scalatori che, come atleti, sono stati allenati nei suoi 30 anni di esperienza.

Nel 2009 ha collaborato con la Federazione Iraniana per la selezione delle rappresentative di Speed, Boulder e Lead per i campionati asiatici dello stesso anno.

Attualmente è consulente per l'agonismo presso la SASP Torino e l'Etna Climbing Ragalna (Ct), allenatore di Stefano Carnati e Simone Tentori (Ragni di Lecco) e Matteo Manzoni (Koren).

Ideatore dello SKILL Climbing Method  sta portando il metodo ed il sistema presso le società Ragni di Lecco ed Etna Cimbing attraverso stage ed aggiornamento dei tecnici.

Su Torino si avvale di collaboratori-professionisti che possono dare allo sportivo una consulenza a 360° .

L'obbiettivo proposto è il miglioramento delle abilità motorie, mentali, emotive, senza dimenticare che la salute è primaria al fine di: "Conservarsi sportivamente longevi e portatori di un messaggio di benessere."

SKILL Climbing Method nasce proprio dall'importanza fondamentale che Tito Pozzoli dà  alla collaborazione degli staff affinchè "l'Atleta Uomo" venga considerato come unico e possa ottenere, attraverso il confronto tra professionisti, una risposta concreta e condivisa da parte di un gruppo che persegue gli stessi obbiettivi.






Web agency - Creazione siti web CataniaCreare un sito per fotografi